La Carroll School aiuta gli studenti a superare le difficoltà di apprendimento grazie a Google for Education

Margaret Kuzmicz, Direttrice della tecnologia alla Carroll School, voleva strumenti tecnologici che stimolassero gli studenti nell'apprendimento, non che li scoraggiassero.

La sfida

Margaret Kuzmicz, Direttrice della tecnologia alla Carroll School, voleva strumenti tecnologici che stimolassero gli studenti nell'apprendimento, non che li scoraggiassero. Purtroppo i dispositivi Windows a disposizione della scuola in quel momento erano impegnativi, lenti e difficili da utilizzare per gli studenti. Inoltre, il personale IT ne trovava difficile la manutenzione per i problemi tecnici comuni che presentavano. "La gestione di un ambiente Windows comportava molti problemi, al punto che ogni anno dovevo assumere personale temporaneo per far riparare i dispositivi", afferma Kuzmicz. Poiché molti studenti con disabilità linguistiche hanno difficoltà con le tecniche di lettura e scrittura tradizionali, la Carroll School voleva fornire una tecnologia intuitiva che aiutasse gli studenti a eccellere. Pensando a una soluzione migliore per gli studenti, la scuola ha capito che i dispositivi con touchscreen sarebbero stati più facili per tutti da utilizzare, soprattutto per gli alunni più giovani.

"Grazie a G Suite, gli studenti sono in contatto costante e spesso dal vivo con l'insegnante e altri alunni. Questo collegamento li aiuta a essere più produttivi, perché riescono a superare ostacoli che in precedenza avrebbero dovuto affrontare senza nessun supporto."

Margaret Kuzmicz, Direttrice della tecnologia, Carroll School

La soluzione

Nel 2014 Kuzmicz ha avviato una collaborazione con diversi dipartimenti all'interno della scuola, compresi i team addetti all'amministrazione e alla ricerca e agli interventi cognitivi, per trovare una soluzione che rispondesse al meglio alle esigenze esclusive della Carroll School. "Abbiamo scelto G Suite for Education, i Chromebook con touchscreen e Google Classroom perché offrono il tipo di esperienza che i nostri studenti richiedono e si meritano", afferma Kuzmicz. Tutti gli studenti ora utilizzano i Chromebook con touchscreen in aula per i lavori quotidiani, ma anche per le verifiche. I Chromebook hanno ricevuto un riscontro così positivo che quest'anno i docenti della Carroll School stanno sperimentando con un programma pilota 40 dispositivi propri con l'idea di convincere tutti i 100 insegnanti a utilizzare i Chromebook in aula.

Grazie per aver eseguito la registrazione.

Facci conoscere i tuoi interessi.